La Pyramìde#TUKTU 10.11.19

nell’ambito della rassegna La Piramide – Stanze sonore Electro Ambient domenica 10 novembre 2019 Recherche presenta

Tuktu and the Belugas Quartet

che sonorizzano in live set il documentario “Mucky creatures of Lembeh” con suoni elettrici ed elettronici fluidi e ammalianti, portandoci negli abissi più profondi.

La performance si svolge in un ambiente sonoro e visuale immersivo, un parallelepipedo di trasparenze e velature che rimanda le immagini del video documentario frammentandole e rifrangendole in tutto l’ambiente, con un sapiente gioco di riflessioni.

Pubblicato da Recherche su Lunedì 4 novembre 2019

Mucky creatures of Lembeh

Lo Stretto di Lembeh è meta prediletta dagli amanti di macrofotografia subacquea per l’altissima concentrazione di rarissime creature marine di piccole dimensioni dette “critters”.
Il canale, largo 2 km e lungo 12 km, separa la costa nord orientale dell’isola del Sulawesi, caratterizzata dalla presenza di sabbia vulcanica nera, dall’omonima isola di Lembeh, dai tratti tipicamente tropicali: sabbia bianchissima, acqua limpida e splendide pareti coralline.
Questi due ambienti unici, separati da un breve tratto di mare, forniscono le caratteristiche ideali per lo sviluppo di un’incredibile varietà di forme di vita marina come in pochi altri luoghi al mondo.

Andrea Rinaldi

Bio and Project.


I Tuktu and the Belugas Quartet sono una formazione composta da Andrea Rinaldi, artista audiovisivo romano (chitarra elettrica) e da un quartetto di beluga (voci) “Belugas Quartet”: dal loro incontro nasce l’idea di sonorizzare dal vivo documentari marini convertiti in bianco e nero.

Il set con cui suonano è composto da una chitarra elettrica e più di venti effetti a pedale: octaver, pitch shifter, synth per chitarra, fuzz, overdrive, valvolari, delay, loopers (buona parte degli effetti utilizzati sono autoproduzioni).
Il suono viene interamente processato dal vivo senza uso di campionamenti o elementi preregistrati ed accompagna la narrazione del documentario definendone la tonalità emotiva.

Andrea Rinaldi con il suo progetto musicale Tuktu and the Belugas Quartet e con il suo precedente progetto Cape Adare ha suonato al Vorwerkstift, al Frappant e al Gaengeviertel ad Amburgo, al Fanfulla, al Trenta Formiche, al Klang, al Cinema Aquila, al Detour, allo studio DVI99, a ZK Squatt, al CSOA ExSnia e al CSOA Forte Prenestino a Roma.